Provando et Riprovando




logosif

SOCIETÀ ITALIANA DI FISICA

logoaquila

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELL'AQUILA
Dipartimento di Fisica

Donazioni per la rinascita della Fisica all'Università dell'Aquila

Fondi raccolti al 31 dicembre 2009: 52.495,97 EUR

Il terremoto del 6 aprile 2009 ha messo in forse la possibilità di mantenere presso l'Università dell'Aquila quella funzione culturale che da oltre 40 anni ha permesso la valida formazione dei Fisici aquilani. La situazione è molto critica sia per il danno prodotto dal sisma alla sede universitaria e alle sue strutture sia per la difficoltà dei giovani che frequentano l'università a continuare gli studi in condizioni di notevole disagio (senza alloggi, aule, laboratori, trasporti).

Solo con un efficace e mirato intervento della nostra Comunità di Fisici sarà possibile una ricostruzione della vita del Dipartimento di Fisica e del Corso di Laurea in Fisica all'Aquila. Occorre dunque un concreto incoraggiamento agli studenti a credere ancora in un avvenire di formazione professionale presso il Dipartimento che, tra l'altro, ha avuto un ruolo determinante nel valorizzare le sinergie con i vicini Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS) dell'INFN.

Rispondendo all'appello dei Fisici dell'Aquila e di vari altri illustri Colleghi, la Società Italiana di Fisica ha volentieri assunto il ruolo di "centro di riferimento" per convogliare gli aiuti al Dipartimento di Fisica e al Corso di Laurea in Fisica dell'Università dell'Aquila, allo scopo di promuovere un grande sforzo di incoraggiamento e di solidarietà.

I fondi raccolti hanno come immediato obiettivo - per evitare la dispersione degli studenti con il rischio di estinzione della scuola di Fisica dell'Aquila - l'attivazione di una serie di premi o borse di studio destinati agli studenti di Fisica dei corsi di Laurea Triennale e Magistrale e del Corso di Dottorato dell'Università dell'Aquila.

Il Dipartimento di Fisica dell'Università dell'Aquila ringrazia quanti in Italia e nel mondo hanno ripetutamente manifestato il loro rammarico e la loro solidarietà dopo il terremoto, nonché il loro nobile desiderio di contribuire con un aiuto economico alla rinascita della Fisica all'Aquila.

inizio della pagina